NOTIZIE DALL'ISTITUTO - Suore del Getsemani

Vai ai contenuti

NOTIZIE DALL'ISTITUTO

FUORI MENU > Periodici > articoli
 
Saggio di fine anno scolastico della Scuola Primaria “Padre Manzella”
 
Salviamo la terra
Terra, acqua, aria, fuoco sono i quattro elementi naturali che contribuiscono allo sviluppo della natura e alla buona crescita dell’uomo. Naturalmente se utilizzati con responsabilità e attenzione, anzi, direi, … amandoli con il cuore.
Questi messaggi ce li hanno comunicati gli alunni della scuola primaria “Padre Manzella” di Sassari.  Nel mese di maggio, a fine anno scolastico, davanti ad una platea composta da tutti i genitori e da altri componenti la famiglia di ogni bambino, nel teatro di via Monte Grappa si sono esibiti come bravissimi attori e “maestri” ambientali, indicando a tutti quali comportamenti bisogna evitare per non inquinare l’ambiente e cosa fare per favorirne lo sviluppo.
Il loro messaggio ha abbracciato tutti gli aspetti della natura.  La terra: madre e casa di tutti (come si legge nell’Enciclica di papa Francesco) in cui ognuno realizza la propria esistenza; l’acqua: come risorsa naturale, fonte di vita per l’uomo, per gli animali e per le piante, che ci dona la Madre Terra e che appartiene a tutti ma non tutti ce l’hanno; l’aria: indispensabile alla salute e il fuoco, fonte di calore ma anche grande nemico se viene usato senza scrupoli. Canti, danze e dialoghi tutti incentrati sul tema “Salviamo la Terra”.
Partendo dal Big-Bang e attraverso le varie fasi dell’evoluzione, sono giunti alla realtà attuale presentando in lungo e in largo le cause dell’inquinamento e come evitarle.  Gli alunni di quinta, con l’aiuto delle maestre, hanno creato un bellissimo e significativo canto “rap” dedicato al problema delle piste ciclabili, iniziate ma non ancora completate nella città di Sassari.
“Salviamo l’ambiente”, perché da esso dipende la salute dell’uomo e quando la natura soffre, anche l’uomo soffre.  I ragazzi ci hanno insegnato a rispettare l’ambiente e a contemplarlo perché è un dono di Dio, dato agli uomini perché lo usino, lo curino e lo difendano…
Nel contesto del saggio hanno dimostrato che di ogni materiale può essere riutilizzato: infatti hanno prodotto dei magnifici e simpatici oggetti con materiale riciclato: bottiglie di acqua, tappi, bicchieri di carta, cucchiaini e forchettine di plastica; con ogni tipo di carta hanno confezionato dei costumi che hanno indossato durante le diverse scene.
Il filo conduttore del saggio sono state le idee e i suggerimenti contenuti nell’Enciclica di papa Francesco e il cantico di san Francesco “Laudato sì”.
La rappresentazione del saggio è durato poche ore, ma nel cuore dei ragazzi è rimasta la volontà di impegnarsi a contribuire al salvataggio dell’ambiente, cominciando a riciclare tutto quello che può essere riutilizzato, a non disperdere gli oggetti ovunque ma di convogliarli negli appositi contenitori preposti. Essi sono i cittadini del domani e se conserveranno nel cuore i buoni propositi di adolescenti, sicuramente l’ambiente riprenderà a sorriderci e ad essere un forte alleato per la salute di ogni essere vivente.
                                              
                                                                                              Suor Teresa Lai sdg.
 
Torna ai contenuti